Questo sito contribuisce alla audience di

Rakovski, Georgi Sava

poeta, pubblicista e rivoluzionario bulgaro (Kotel 1821-presso Bucarest 1867). L'eredità letteraria di Rakovski è organicamente connessa con la sua attività di ideologo e organizzatore della lotta nazionale di Liberazione. Convinto dell'importanza della stampa, sviluppò un'infaticabile attività pubblicistica su alcuni giornali da lui fondati: Bălgarska dnvnica (Stella mattutina bulgara, 1857), Dunavskij lebed (Il cigno del Danubio, 1860-61), Băduštnost' (L'avvenire, 1864). La sua prima opera, L'araldo del viandante della montagna, contiene saggi di agitazione politica. La sua opera principale, il poema Il viandante della montagna, concepito in una prima stesura già nel 1854, dopo lo scioglimento del suo gruppo armato, apparve in redazione definitiva, notevolmente modificata, nel 1857. Malgrado certe debolezze formali, il patetismo a tratti schematico e la propensione verso divagazioni romantico-sentimentali, il poema, che scaturisce da una diretta esperienza di lotta ed è permeato da un sincero patriottismo, fu accolto e godette a lungo di una diffusione e di un favore particolari.

Media


Non sono presenti media correlati