Questo sito contribuisce alla audience di

Ramèsse III

faraone egiziano della XX dinastia (m. ca. 1166 a. C.). Figlio di Sethnakht, prendendo a modello il suo grande predecessore Ramesse II, ne riprese anche i nomi per sé e per i propri figli e ne imitò il gusto per il grandioso nel sontuoso tempio funerario di Medinet Habu. Durante il suo regno dovette affrontare in due riprese le rivolte di popolazioni libiche e, ancora più pericolose per l'incolumità del Paese, le invasioni, per terra e per mare, dei cosiddetti Popoli del mare. Le strepitose vittorie del re sono immortalate in grandiosi rilievi sulle pareti del tempio di Medinet Habu. Il regno di Ramesse III, pur coronato da tante vittorie militari, fu assai meno felice all'interno dove ebbe inizio un processo di involuzione. Il regno terminò infatti oscuramente, forse per opera di una congiura di palazzo documentata da un papiro di Torino che conserva gli atti del processo celebrato contro i congiurati.

Media


Non sono presenti media correlati