Questo sito contribuisce alla audience di

Ravèrti, Mattèo

scultore e architetto italiano (sec. XIV-XV). Attivo nell'ambito del tardogotico, seppe immettere in questa corrente modi di acuta osservazione realistica. Fu operoso dal 1389 al 1409 nella decorazione della parte absidale del duomo di Milano: sicuramente sue sono le statue di S. Babila (Museo del duomo) e di un Gigante all'esterno; più incerta l'identificazione di un Angelo del finestrone mediano. Nel 1419 si recò a Venezia dove lavorò alla decorazione plastica del Palazzo Ducale (i capitelli del colonnato verso il molo e i gruppi scultorei degli angoli rivelano il suo influsso, se non l'opera diretta) e alla costruzione della Ca' d'Oro (1421-30). L'arca di S. Giovanni Borromeo all'Isola Bella, riferita in passato al Raverti, viene oggi attribuita piuttosto ai Solari.

Media


Non sono presenti media correlati