Questo sito contribuisce alla audience di

Ravaisson-Mollien, Jean-Gaspard-Félix

filosofo spiritualista francese (Namur 1813-Parigi 1900). Studiò a Parigi e fu a Monaco uditore di Schelling. Professore a Rennes, fu dal 1859 ispettore generale delle università. Si dedicò anche all'archeologia. Interpretò Aristotele alla luce sia della tradizione intimistica e spiritualistica francese, sia della filosofia schellinghiana. Tra le sue opere, l'Essai sur la philosophie d'Aristote (1837-46), L'habitude (1839), il Rapport sur la philosophie en France au XIX siècle (1868).

Media


Non sono presenti media correlati