Questo sito contribuisce alla audience di

Regula magistri

regola monastica di autore anonimo, risalente ai sec. V-VI, così denominata perché rispecchia il dialogo tra un magister e un discipulus: il primo risponde alle domande del secondo su determinati argomenti, sviluppandoli. Ritenuta a lungo di origine franca (è menzionata nei Commentaria in Regulam S. Benedicti di Smaragdo), nel 1948 la Regula magistri è stata attribuita da M. Cappuyns a Cassiodoro quale regola del Vivarium. Paiono certi, date le analogie dei primi capitoli, i rapporti tra la Regula magistri e la regola benedettina. Secondo G. Penco la Regula magistri è anteriore a quella di Benedetto e sua fonte primaria.

Media


Non sono presenti media correlati