Questo sito contribuisce alla audience di

Reich, Steve

compositore statunitense (New York 1936). Definito da The Village Voice "il più grande compositore americano vivente", nel proprio percorso artistico Reich ha abbracciato tutti gli aspetti della musica classica occidentale, così come i ritmi della musica non occidentale e il jazz. Dopo la laurea in filosofia alla Cornell University (1957), studiò composizione con H. Overton, alla Juillard School of Music con W. Bergsma e V. Persichetti (1958-61) e al Mills College di Oakland con L. Berio e D. Milhaud. Nel 1966 fondò con altri due musicisti una formazione (Steve Reich and Musicians) che si sarebbe poi allargata fino a 18 membri e che dal 1971 tenne concerti in tutto il mondo. Nel 1970 studiò percussioni presso l'Istituto di Studi Africani dell'Università del Ghana e nel 1970 seguì un corso sul gamelan balinese all'American Society for Eastern Arts di Seattle. Reich fu uno dei primi maestri della musica ripetitiva, che si affermò a New York a metà degli anni Sessanta e che venne subito definita "minimalista", It's Gonna Rain (1965) e Come Out (1966), ma allargò e sviluppò gli orizzonti musicali senza per questo compromettere l'efficacia e la precisione della sua tecnica. Dopo il soggiorno in Ghana, portò infatti le tecniche ripetitive su un piano di superiore complessità, Drumming per sole percussioni (1971), e negli anni successivi mostrò una accurata esplorazione delle dimensioni timbriche e armoniche, Music for Mallet Instruments, Voices and Organ (1973) e Music for Eighteen Musicians (1974-76). La sua attenzione spaziò poi su orizzonti più vasti, che lo condussero all'esplorazione di motivi di attualità e a ripensamenti di tradizioni storiche, in particolare quelle ebraiche: Tehillim (1981), Desert Music (1983), entrambi per coro e orchestra, e Different Trains per quartetto d'archi e voci registrate su nastro (1988). La video-opera The Cave (1993) segnò l'inizio della collaborazione con la video-artista Beryl Korot: nell'esplorare la storia biblica di Abramo, Sara, Ismaele e Isacco, l'opera, potente esempio di teatro musicale high-tech, porta un difficile presente a dialogare con il passato più antico. Three Tales, video-opera digitale in tre parti (2002), affronta le implicazioni dello sviluppo tecnologico attraverso tre eventi chiave: lo schianto dello zeppelin Hindenburg nel New Jersey (6 maggio 1937), i test atomici nell'atollo di Bikini (1946), la pecora clonata Dolly (25 febbraio 1997). Nel 2006 ha vinto il Praemium Imperiale per la musica.

Media


Non sono presenti media correlati