Questo sito contribuisce alla audience di

Reimann, Max

uomo politico tedesco (Elbing 1898-Düsseldorf 1977). Operaio, membro del KPD (Kommunistische Partei Deutschlands) dalla fondazione (1919), patì il carcere e i Lager nazisti (1938-45). Presidente del KPD dal 1948, diresse il partito anche dopo la sua messa fuori legge nella Repubblica Federale di Germania (1956), praticamente alle dipendenze del regime di Berlino Est. Riammesso più tardi nella Repubblica Federale di Germania, aderì nel 1971 al nuovo partito, il DKP (Deutsche Kommunistische Partei), del quale divenne presidente onorario.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti