Questo sito contribuisce alla audience di

Rej, Mikołaj

scrittore polacco (Żórawno 1505-Rejowiec 1569). Formatosi sulle letterature umanistiche italiana e germanica, fu il primo autore di talento a scrivere esclusivamente in polacco. Fautore del programma di innovazioni politiche sostenuto dalla nobiltà, espose le sue concezioni sociali nel dialogo Breve disputa fra tre persone (1543), cui seguì il dialogo religioso La vita di Giuseppe (1545). Nel poema allegorico Fedele immagine dell'uomo onesto (1558), descrisse il modello ideale di un nobile della sua epoca. Rej si rivelò anche acuto osservatore dell'uomo e della società nella vasta raccolta di epigrammi aneddotici Serraglio (1562) e descrisse la vita di un gentiluomo di campagna nella monumentale opera in prosa e in versi Specchio (1568).

Media


Non sono presenti media correlati