Questo sito contribuisce alla audience di

Rejt o Rieth, Benedikt

architetto tedesco (Piesting ca. 1454-Praga 1534). Attivo in Sassonia, Slesia e soprattutto in Boemia, fu tra i maggiori esponenti del tardogotico, distinguendosi per il dinamismo delle forme architettoniche e l'ampio peso dato alle componenti decorative e pittoriche. Suo capolavoro è considerata la sala di Ladislao nel castello di Praga (1493-1502), splendido esempio di gotico fiammeggiante. Lo spazio interno, già rinascimentale nel rapporto tra pianta e alzato, è animato dall'intreccio a stella della copertura le cui nervature in curva producono, con grande abilità virtuosistica, un senso di assenza di peso e di dinamico squilibrio. Lo stesso elemento fu ripreso dall'architetto nell'oratorio reale della cattedrale di S. Vito (1490-93), nell'ala della cancelleria del castello e nella chiesa di S. Barbara a Kuttenberg (1512-48), iniziata dai Parler. In Slesia Rejt costruì il castello di S. Anna ad Annaberg (1522) e il castello di Frankenstein (1524-30).

Media


Non sono presenti media correlati