Questo sito contribuisce alla audience di

Rhee, Syngman

(propriamente Yi Sŭn Man), uomo politico coreano (Hwanghae 1875-Honolulu, Hawaii, 1965). Durante la sua giovinezza si convertì al cristianesimo; compiuti gli studi in patria li perfezionò poi in varie università degli Stati Uniti. Tornato in patria nel 1910, l'anno successivo entrò nella lotta contro gli invasori giapponesi ma fu costretto all'esilio. Capeggiò il governo provvisorio in esilio dal 1919 al 1941 e si batté per il suo riconoscimento. Tornato nel suo Paese (1945), nel 1948 fu nominato presidente della Repubblica della Corea del Sud. Scoppiate le ostilità contro la Corea del Nord, Rhee chiese l'intervento dell'ONU ed ebbe la pronta assistenza degli Stati Uniti. Fu rieletto nel 1952, nel 1956 e nel 1960 ma, accusato di brogli elettorali e di corruzione, fu costretto da un'insurrezione popolare a rassegnare le dimissioni e a recarsi in esilio.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti