Questo sito contribuisce alla audience di

Ritratto di Dorian Gray, Il-

(The Picture of Dorian Gray), romanzo dello scrittore irlandese O. Wilde, pubblicato a puntate su una rivista americana nel 1890 e in volume nel 1891. È lo studio lucido e penetrante, anche se viziato da un che di morboso, nel quale si vollero trovare molti tratti autobiografici, della rovina interiore provocata in un giovane, bellissimo esteta, dall'ostinata ricerca del piacere. Il romanzo è costruito sul misterioso rovesciamento per cui il volto reale di Dorian Gray rimane giovane e fresco, mentre i segni del decadimento fisico e morale s'imprimono sul ritratto fattogli da un amico pittore. Finché un giorno, dopo aver percorso la strada del vizio fino al delitto, pugnalando il ritratto Dorian Gray mette fine senza volerlo alla finzione: egli stesso muore e il suo volto diventa quello reale, “appassito, rugoso e disgustevole”. Considerata l'espressione più completa dell'estetismo decadentefin de siècle, l'opera lanciava una sfida senza riserve alla morale vittoriana e suscitò molto scalpore.

Media


Non sono presenti media correlati