Questo sito contribuisce alla audience di

Rivas, Ángel de Saavedra y Ramírez, duca di-

Guarda l'indice

Biografia

Autore teatrale, poeta e uomo politico spagnolo (Cordova 1791-Madrid 1865). È una delle figure più significative del romanticismo ispanico. Nato da una famiglia di grandi di Spagna, crebbe in un ambiente patriarcale e aristocratico, facendo buoni studi classici e completando infine la sua educazione nel Reale seminario dei nobili a Madrid. Giovanissimo, partecipò alla guerra di indipendenza contro i Francesi, rimanendo ferito (1809); ristabilitosi, fu inviato allo Stato Maggiore generale di Cadice, dove divenne amico di Martínez de la Rosa, di Quintana e di Alcalá Galiano, del quale subì a lungo l'influsso. Come deputato alle Cortes tra i liberali di sinistra (1822) votò la sospensione di re Ferdinando VII; alla restaurazione assolutista (1823) fu condannato a morte e dovette rifugiarsi per alcuni mesi a Londra, quindi, dopo essere passato per l'Italia, a Malta. Qui lesse Shakespeare, Scott, Byron e si entusiasmò per la letteratura medievale spagnola e per gli scrittori del “secolo d'oro”. Dal 1830 al 1834 visse in Francia dando lezioni di pittura. Ritornato in Spagna nel 1834 dopo la morte di Ferdinando VII e divenuto conte e ricco in seguito alla morte del fratello, si orientò verso il conservatorismo e fu eletto ministro degli Interni (1836-38), ma nel 1838 fu esiliato dal governo liberale. In seguito si reinserì nella vita pubblica del suo Paese: fu ambasciatore a Napoli (1843-50) e a Parigi (1856), capo di un effimero governo (1854), presidente della Real Academia Española (1862), presidente del Consiglio di Stato (1863).

Opere

Dopo le prime opere poetiche (Poesías, 1814 e 1820, Poesie; il poema Florinda, 1826), ancora legate al neoclassicismo di Quintana e di Meléndez Valdés, e alcune tragedie di gusto alfieriano (Ataúlfo, 1814; Aliatar, 1816; El duque de Aquitania, 1817, Il duca di Aquitania; Lanuza, 1822; Arias Gonzalo, 1827), Rivas aderì sempre più all'estetica romantica fino a dare con il dramma Don Álvaro o la fuerza del sino (1835; Don Alvaro o la forza del destino) la maggiore creazione teatrale del romanticismo ispanico. Don Álvaro, rappresentato per la prima volta a Madrid nel 1835 con grande successo e che doveva ispirare l'omonima opera musicale verdiana, assomma infatti tutte le componenti del dramma romantico. La vicenda presentata è ricca di vistosi effetti teatrali; i personaggi sono idealizzati e la loro psicologia è esasperata, ma sono anche pervasi da un intenso e suggestivo lirismo. La novità e la massima libertà formale dell'opera (mescolanza di verso e prosa, rifiuto delle tre unità aristoteliche) rispondono ai canoni del teatro romantico, ma sono anche frutto di un'attenta lettura degli autori del “secolo d'oro”. Poeta romantico Rivas si rivelò nella celebre lirica Al faro de Malta (1828; Al faro di Malta), di atmosfera drammatica; nel lungo poema epico-narrativo El moro expósito (1834; Il moro trovatello), che riprende il tema degli “Infanti di Lara”; nei Romances históricos (1841; Romanzi storici), che si riallacciano alla tradizione nazionale del Romancero e sono considerati l'espressione poetica più felice di Rivas; nelle narrative Leyendas románticas (Leggende romantiche), scritte a imitazione di quelle di José Zorrilla, tra cui si ricordano in particolare El aniversario (L'anniversario) e La azucena milagrosa (1874; Il giglio miracoloso). Di minor rilievo le altre opere di teatro, tra cui la commedia moratiniana in versi Tanto vales cuanto tienes (1827; Vali per quello che hai), la commedia di cappa e spadaSolaces de un prisionero o Tres noches en Madrid (1841; Svaghi di un prigioniero o Tre notti a Madrid), e soprattutto il dramma simbolico-filosofico El desengaño en un sueño (1842, Il disinganno in un sogno, rappresentato postumo nel 1875), con evidenti influssi de La vida es sueño di Calderón e de La Tempesta di Shakespeare. Tra le opere in prosa si ricordano alcuni vivaci articoli di costume, alcuni saggi descrittivi e due saggi storici (Breve reseña de la história del reino de las dos Sicilias,Breve rassegna della storia del regno delle Due Sicilie,e Sublevación de Nápoles capitaneada por Masaniello, Rivolta di Napoli capitanata da Masaniello).