Questo sito contribuisce alla audience di

Rizzòli, Àngelo

tipografo, editore e produttore cinematografico italiano (Milano 1889-1970). Persi i genitori in tenera età, fu avviato in orfanotrofio (i “Martinitt” di Milano) al mestiere di tipografo; divenuto artigiano in proprio, nel 1924 dette vita alla poligrafica Rizzoli. Nel 1934 iniziò anche l'attività di produttore cinematografico fondando la Novella Film che produsse La signora di tutti di M. Ophüls. Nel dopoguerra ampliò la propria attività anche con la società di distribuzione Dear Film, poi Cineriz, sviluppando nel contempo la produzione con la Rizzoli Film nei propri stabilimenti della Safa Palatino, e con la Riana Film che lo unì a G. Amato per La dolce vita (1959). Fu produttore di Rossellini, Clair, Castellani, Pontecorvo, Antonioni, della serie Don Camillo e di Fellini fino a Giulietta degli spiriti. Ebbe il Nastro d'argento della critica italiana nel 1964 per Otto e mezzo. Dopo la sua morte, la Rizzoli Film venne affidata al figlio Andrea (Milano 1914-Nizza 1983), che nel 1975 aveva aperto un ufficio a New York associandosi a S. Clementelli per una produzione a carattere internazionale, iniziata con Marcia trionfale di M. Bellocchio e Scandalo di S. Samperi.

Media


Non sono presenti media correlati