Questo sito contribuisce alla audience di

Roàsio

comune in provincia di Vercelli (41 km), 278 m s.m., 28,14 km², 2474 ab. (roasiani), patrono: san Maurizio (22 settembre).

Centro esteso sulle estreme pendici collinari del Biellese orientale; sede comunale è San Maurizio, alla destra del fiume Sesia. Costretto ad accettare nel 1252 l'autorità del comune di Vercelli, gli rimase legato fino al 1402, quando Gian Galeazzo Visconti lo infeudò al Barbavara. Passato ai Savoia, questi lo diedero ai Tizzoni e poi ai Fieschi (1472), ai quali rimase fino al sec. XVIII.§ Il santuario della Madonna dei Cerniori, in località Curavecchia, è un bell'esempio di pieve rurale, firmato nel 1488 da Mastrus Petrus de Bedulio. Il Museo dell'Emigrante raccoglie oggetti della cultura materiale degli abitanti locali, che fin dal Settecento cercarono lavoro in Africa, America, Francia e Svizzera.§ L'economia si basa sull'industria, attiva nei comparti tessile (filatura e fabbricazione di tappeti), edile e della lavorazione del legno (complementi d'arredo), e sull'agricoltura (uva, frutta e ortaggi). Si pratica l'allevamento (bovini, struzzi e pollame).

Media


Non sono presenti media correlati