Roccasécca dei Vòlsci

comune in provincia di Latina (40 km), 376 m s.m., 23,62 km², 1201 ab. (roccaseccani), patrono: san Massimo (terza domenica d'agosto).

Centro sul versante settentrionale dei monti Ausoni. Feudo dei conti di Ceccano, nel 1428 fu di Ildebrandino Conti, che lo vendette ai Carafa (1556); passò poi ai Massimo (1558) e ai Gabrielli (1761).§ Al Medioevo risalgono la prima struttura di palazzo Massimo (la cappella conserva preziosi affreschi) e il tempietto di San Raffaele, più volte rimaneggiato.§ L'economia si basa sull'agricoltura (frumento, mais, olivo e vite), sull'allevamento ovino e bovino (con produzione casearia) e su aziende artigiane edili, conserviere e della lavorazione della pietra e della plastica. È luogo di villeggiatura estiva.

Media


Non sono presenti media correlati