Questo sito contribuisce alla audience di

Roccaverano

comune in provincia di Asti (59 km), 759 m s.m., 29,90 km², 529 ab. (roccaveranesi), patrono: Maria Santissima Annunciata (25 marzo).

Centro delle Langhe, posto sulla dorsale collinare tra la Bormida di Spigno e la Bormida di Millesimo; è il più elevato comune dell'Astigiano. Di origine romana, fu compreso nel comitato di Acqui diventando possesso aleramico. Appartenne ai Del Carretto dal 1162 al 1322, quando divenne feudo degli Scarampi. Dal 1603 fu dei Savoia, che l'infeudarono ai conti di Valperga.§ Del duecentesco castello rimane soltanto un'altissima torre cilindrica, ornata da tre ordini di archetti e un muro con tre bifore. Significativo esempio di architettura rinascimentale è la chiesa dell'Annunziata, eretta nel 1509 su disegno attribuito al Bramante: la facciata ad arcate, tripartita da lesene, è sormontata da un frontone con rilievi.§ Di assoluto rilievo è l'industria casearia (robiola di Roccaverano DOP, primolino e tomino del Bec), legata a un florido allevamento bovino e caprino (razza autoctona). L'agricoltura produce prevalentemente uva da vino, cereali, nocciole e foraggi. Completa il quadro economico il turismo di villeggiatura, soprattutto nel periodo estivo.

Media


Non sono presenti media correlati