Questo sito contribuisce alla audience di

Romanov, Konstantin Pavlovič

granduca russo (Carskoe Selo 1779-Vitebsk 1831). Fratello di Alessandro I, fu educato con lui, per ordine di Caterina II, lontano dall'influenza del padre, lo zar Paolo I. Caduto Napoleone, Alessandro gli affidò la ricostituzione dell'esercito nel nuovo Regno di Polonia, di cui divenne luogotenente in nome dello zar. A Varsavia sposò morganaticamente una contessa Grudzińska, cattolica; ciò l'indusse a rinunciare al trono, il che, alla morte di Alessandro, fornì l'occasione al moto decabrista. Impulsivo e violento, fu principe mediocre, anche se coraggioso difensore delle ragioni polacche di fronte al fratello Nicola I. Sorpreso dall'insurrezione del 1830, si ritirò con le sue truppe nella Russia Bianca.

Media


Non sono presenti media correlati