Questo sito contribuisce alla audience di

Rosèlli, Èrcole

patriota italiano (Roma 1818-Ancona 1892). Fratello di Pietro, studioso di matematica e di astronomia, fu tra i fondatori della specola capitolina. Nel 1849 partecipò alla difesa di Roma alla testa del battaglione universitario meritandosi una medaglia d'oro. Allontanatosi dalla città (1850) e recatosi in Oriente, in Francia e a Genova, nel 1853 partecipò a un tentativo mazziniano di occupare nuovamente Roma, ma, catturato, fu condannato dapprima a morte e poi a vent'anni di carcere. Liberato nel 1860, ebbe la direzione della Biblioteca comunale di Ancona.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti