Questo sito contribuisce alla audience di

Rossiglióne (regione storica della Francia)

Guarda l'indice

Generalità

Regione storica della Franciameridionale, al confine con la Spagna, corrispondente nelle sue grandi linee all'attuale dipartimento dei Pyrénées-Orientales. Limitata a N dalla Linguadoca, a W dallo Stato di Andorra e a E dal Mar Mediterraneo, si estende sul versante settentrionale dei Pirenei (Pic Carlitte, 2921 m) ed è attraversata dai fiumi Agly, Têt e Tech; la pianeggiante fascia costiera è orlata da lagune e laghi. L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, patate, vite, ortaggi), sull'allevamento, sullo sfruttamento del bosco, sulla pesca e sul turismo balneare (Côte Vermeille). Il centro principale è Perpignano. In francese, Roussillon.

Storia

La regione prese il nome da Ruscino, sua antica capitale. Via di transito per la Spagna, il Rossiglione fu occupato dai Romani intorno al 120 a. C. e incorporato nella Provincia (Provenza). Subì, tra i sec. V e VIII le dominazioni dei Visigoti, degli Arabi e dei Franchi. Compresa nella Marca di Spagna, passò in eredità alla casa d'Aragona (sec. XII) sotto cui rimase, salvo brevi periodi, sino al 1463 quando Luigi XI la annetté al regno di Francia. Poco dopo, tuttavia, Carlo VIII la cedette (1493) di nuovo alla Spagna. L'altalena tra Spagna e Francia ebbe termine solo nel sec. XVII allorché, con la Pace dei Pirenei (1659), la regione fu definitivamente acquisita alla Francia.

Media


Non sono presenti media correlati