Questo sito contribuisce alla audience di

Rossignol, Jean-Antoine

rivoluzionario francese (Parigi 1759-Anjouan, Comore, 1802). Spirito ardente ma mediocre ufficiale, combatté in Vandea (1793) al comando delle truppe di La Rochelle. Destituito per incapacità, fu reintegrato con l'appoggio dei giacobini che lo sostennero anche quando fu accusato di complicità con Babeuf (1796). Per la sua accanita opposizione al consolato fu deportato alle isole Comore.

Media


Non sono presenti media correlati