Questo sito contribuisce alla audience di

Rosvita di Gandersheim

(Hroswita di Gandersheim). Poetessa tedesca in lingua latina (ca. 935-dopo il 975). Di nobile famiglia sassone, monaca nel convento di Gandersheim, compose tra il 955 e il 970 otto leggende agiografiche in versi (Gongolfus, Maria, ecc.), i due poemetti Gesta Ottonis e Primordia coenobii Gandershemensis e sei dialoghi in prosa ritmica (Gallicanus, Dulcitius, Abraham, ecc.), che, pur destinati alla lettura, costituiscono i più antichi tentativi drammatici del Medioevo tedesco. In essi è manifesta l'influenza di Terenzio, al quale Rosvita di Gandersheim vuole contrapporre l'intento cristiano di esaltare la castità attraverso la rappresentazione del vizio.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti