Questo sito contribuisce alla audience di

Ruffo, Vincènzo

compositore italiano (Verona ca. 1510-Sacile, Udine, 1587). Fu maestro di cappella nel duomo di Verona (ca. 1550-55), nel duomo di Milano (1563-73), a Pistoia e a Sacile (dal 1580). La sua produzione sacra, inizialmente legata alla tradizione polifonica fiamminga, aderì poi, dagli anni dell'attività milanese, allo spirito controriformistico imposto dal cardinale Borromeo mirando a una semplificazione del linguaggio, con l'uso di severi procedimenti accordali che consentissero una più diretta intelligibilità delle parole. Pubblicò mottetti, salmi, messe, responsori, Magnificat e un'opera strumentale (I capricci in musica a tre voci, 1564).

Media


Non sono presenti media correlati