Questo sito contribuisce alla audience di

Rukmaṇi

una delle mogli di Kṛṣṇa. Il dio l'incontrò mentre ella si recava a sposare Śiśupāla, re di Chedi, e, invaghitosene, la rapì sul suo carro. Invano inseguito dal deluso pretendente e dall'irato fratello di lei, Kṛṣṇa la sposò ed ebbe da lei dieci figli. Alla morte del marito Rukmaṇi si immolò sul rogo funebre di lui, secondo la legge dell'induismo ortodosso. Viene spesso considerata come incarnazione di Lakṣmī e sotto questa veste gode di un discreto culto, specialmente nell'India centrale, mentre altrove le si preferisce Rāhā che di Kṛṣṇa non fu che l'amante.

Media


Non sono presenti media correlati