Questo sito contribuisce alla audience di

Rutherford of Nelson, Ernest, lord

fisico inglese (Nelson, Nuova Zelanda, 1871-Cambridge 1937). Ricercatore al Cavendish Laboratory di Cambridge, insegnò poi all'Università McGill di Montréal (1898). Tornato in Gran Bretagna nel 1907, ottenne la cattedra di fisica a Manchester e, dal 1919, la direzione del Cavendish Laboratory. Nel 1908 gli venne conferito il premio Nobel per la chimica. Occupatosi del fenomeno della radioattività, Rutherford of Nelson riuscì a separare (1899) i raggi α dai raggi β, dimostrando successivamente che i primi sono costituiti di particelle cariche positivamente e i secondi di particelle cariche negativamente. La sperimentazione sui raggi α, condotta in collaborazione con F. Soddy, fornì risultati in totale disaccordo con i calcoli eseguiti sulla base del modello atomico ideato da J. J. Thomson (vedi atomo). Ciò portò alla sostituzione di tale modello, fin allora accettato, con una rielaborazione del modello atomico del fisico giapponese H. Nagaoka, secondo il quale l'atomo è formato da un nucleo centrale piccolissimo, ma dotato di una certa massa e fortemente carico (nucleo atomico), e da uno sciame di elettroni ruotanti attorno a esso per attrazione coulombiana (modello di Rutherford). Si devono inoltre a Rutherford of Nelson la realizzazione (1919) e l'interpretazione della prima trasmutazione artificiale, la scoperta del protone e l'ipotesi dell'esistenza del neutrone.

Bibliografia

N. Feather, Lord Rutherford, Londra, 1940; J. Rowland, E. Rutherford, Atom Pioneer, New York, 1957; E. N. Da Andrade, Rutherford and the Nature of Atom, New York, 1964; D. S. Danin, Rutherford, Mosca, 1966; J. M. Land, A. N. Feels, Rutherford: the Man and His Work, New York, 1985.

Media


Non sono presenti media correlati