Questo sito contribuisce alla audience di

Sàncio II (re di Castiglia e León)

re di Castiglia e León detto il Forte (? ca. 1038-Zamora 1072). Primogenito di Ferdinando I, ereditò il regno castigliano alla morte del padre (1065). Ben presto aggredì i fratelli (guerra dei tre Sanci, 1065-67) per togliere loro la parte dell'eredità paterna a essi assegnata; benché sconfitto a Viana, riuscì a togliere a García la Galizia (1071) e ad Alfonso, sconfitto a Golpejera e fatto prigioniero, il León. Ma una parte dei nobili leonesi non riconobbe l'usurpazione e la stessa Urraca, sorella di Sancio II, capeggiò i rivoltosi. Sancio II accorse a Zamora, feudo della sorella, per soffocare la ribellione, ma venne ucciso a tradimento, sotto le mura della stessa città, da Vellido Adolfo (e la tragica storia fu cantata dai poeti del Romancero).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti