Questo sito contribuisce alla audience di

Sá de Miranda, Francisco de-

poeta e letterato portoghese (Coimbra ca. 1481-Tapada, alto Minho, ca. 1559). Fu uno dei collaboratori del Cancioneiro geral di Garcia de Rezende e il principale rappresentante della tendenza classicista alimentata dall'esempio del Rinascimento italiano. L'endecasillabo, il sonetto, l'egloga sono altrettante forme introdotte da Sá de Miranda in una letteratura in via di organizzazione, alla quale egli dette assetto sistematico. Fondamentali sono i suoi componimenti (fra cui le Cartas, Lettere) di intento didattico e moralistico; ma anche la vena lirica e quella satirica trovano nella sua opera franca ed elegante espressione, come si può vedere nelle egloghe e anche nelle commedie (Estrangeiros e Vilhalpandos) con cui contribuì in modo sostanziale al progresso del teatro portoghese, sulle orme di Terenzio e di Ariosto.