Questo sito contribuisce alla audience di

Sá-Carneiro, Mário de-

poeta portoghese (Lisbona 1890-Parigi 1916). Di famiglia agiata, lasciò gli studi giuridici a Coimbra per trasferirsi a Parigi, dove ebbe vita irregolare e finì suicida nell'Hôtel de Nice, a Montmartre. Collaboratore della rivista Orfeu e amico di Fernando Pessoa, scrisse i suoi testi principali tra il 1913 e il 1916, passando da un simbolismo ancora ortodosso a presagi di surrealismo, ma sempre nell'ambito della sensibilità decadente. La vita quotidiana della metropoli si trasfigura in allucinazione attraverso l'eros e la malinconia, con frequenti e struggenti rivelazioni di uno spirito infantile, nostalgico e frustrato, su cui si è accanita la critica psicanalitica. Il suo libro riassuntivo è Indícios de oiro (postumo, 1937).

Media


Non sono presenti media correlati