Questo sito contribuisce alla audience di

Sèrra San Quìrico

comune in provincia di Ancona (53 km), 300 m s.m., 49,12 km², 3016 ab. (serrani), patrono: san Quirico (15 luglio).

Centro dell'alta valle del fiume Esino. Dopo i primi, remoti insediamenti, i Romani crearono un villaggio in difesa della Gola della Rossa. La sua espansione riprese con san Romualdo, che nel sec. X iniziò la costruzione della chiesa dei martiri Santi Quirico e Giulitta, attorno alla quale nacque il primo nucleo del centro. Nel 1228, come libero comune, strinse alleanze con Fabriano e nel 1231 con Jesi. Nel 1435 e nel 1445 subì assedi da parte di Francesco Sforza, cui fu costretto a sottomettersi. Nel sec. XV partecipò alla lotta contro Osimo a fianco di Jesi, di cui seguì le vicende storiche.§ Ancora intatto il borgo medievale, dove si trovano i resti della torre del cassero e le mura con passaggi e camminamenti detti “copertelle”. Duecentesca è la chiesa di Santa Lucia (con interno barocco), come pure la torre comunale. Nei dintorni è la chiesa romanico-gotica di Sant'Elena (sec. XIII).§ L'agricoltura (cereali, foraggi, ortaggi e frutta) è affiancata da alcune aziende di trasformazione. Notevole è il turismo escursionistico agli alpeggi e alle grotte.

Media


Non sono presenti media correlati