Questo sito contribuisce alla audience di

Sèrre, Le-

regione montuosa della Calabriameridionale, nelle province di Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio di Calabria, formata da due allineamenti di rilievi in massima parte granitici, disposti in direzione NE-SW tra l'insellatura di Marcellinara (o istmo di Catanzaro, 251 m) e l'Aspromonte. Di questo massiccio montuoso Le Serre condividono buona parte degli aspetti geomorfologici, fra cui l'asprezza dei versanti e le forme sommitali addolcite e a volte pianeggianti. Dei due allineamenti, disposti quasi parallelamente, quello tirrenico è meno elevato (monte Crocco, 1276 m) ma più unito, mentre quello ionico tocca quote più elevate (monte Pecoraro, 1423 m) e risulta meno compatto, per cui i maggiori corsi d'acqua si sviluppano in prevalenza sul versante orientale e scendono al mar Ionio dopo aver superato una brusca scarpata e attraversato le ondulazioni cenozoiche interposte tra Le Serre e il mare. Il versante tirrenico è caratterizzato da una successione di ampi ripiani a gradinata, provocati da dislocazioni tettoniche e dall'azione dell'abrasione marina nelle fasi successive di emersione dell'intera regione montuosa. Le precipitazioni sono relativamente copiose (1500-2000 mm annui) con frequenti nevicate invernali. Il manto boscoso è stato in gran parte distrutto, sostituito dalle coltivazioni arboreo-erbacee tipiche del Meridione (castagni, olivi, viti, alberi da frutta, ortaggi e cereali). Diffusa è la pastorizia (specialmente ovini) e in sviluppo il turismo estivo, per il quale si sta provvedendo a potenziare le attrezzature ricettive. I centri principali sono Chiaravalle Centrale, Serra San Bruno, Fabrizia, Caulonia, Mammola e Cittanova. Anche Serre Catanzaresi.