Questo sito contribuisce alla audience di

Séailles, Gabriel-Jean-Raymond

filosofo francese (Parigi 1852-Barbizon 1922). Insegnante alla Sorbona (1898-1913), studioso d'arte e di estetica, concepì la creazione artistica come fissazione dell'attività dello spirito alla produzione dell'immagine per se stessa, quasi realtà surrogata e fittizia, ma in sé godibile come tale. Opere: l'Essai sur le génie dans l'art (1883), la diffusa Histoire de la philosophie (1887), L'origine et les destinées de l'art (postumo, 1925).

Media


Non sono presenti media correlati