Questo sito contribuisce alla audience di

Sacchi, Giusèppe

educatore italiano (Milano 1804-1892). Fu promotore nel 1836 a Milano dell'istituzione dei primi asili infantili secondo le teorie di F. Aporti. Divenne in seguito direttore dell'ispettorato generale scolastico, svolgendo proficua opera in favore delle istituzioni scolastiche infantili in opposizione al governo austriaco. Diresse l'opera, iniziata da G. D. Romagnosi, Annali universali di statistica. Nel 1860 fu nominato prefetto della Biblioteca Nazionale di Brera. Sacchi sosteneva che l'unica possibilità dell'istruzione risiede nella sperimentazione. Promosse, infatti, ricerche pedagogiche ispirate ai principi dell'empirismo e studi di psicologia dell'età evolutiva, seguendo il cammino tracciato da J. H. Pestalozzi, F. W. Fröbel e C. Cattaneo. Particolare impegno profuse nella promozione dell'istruzione prescolastica, dimostrando anche nella metodologia didattica di anticipare alcune scelte successive (rifiuto della divisione per sessi, delle risposte in coro, dell'uso dei cartelloni sillabici, ecc.).