Questo sito contribuisce alla audience di

Safer

sigla dell'inglese Simplified Aid For Eva Rescue. Dispositivo di salvataggio dotato dei sistemi di sopravvivenza e telecomunicazione, contenuto nello zaino di un astronauta. Il Safer consente di evitare uno dei principali pericoli per gli astronauti che lavorano al di fuori dei loro veicoli: quello di fare un movimento errato e di perdersi nello spazio. A questa malaugurata eventualità è possibile rimediare nel caso che il veicolo sia uno Space Shuttle (la navetta può inseguire l'uomo in difficoltà e recuperarlo), ma non certo quando si tratta della Stazione Spaziale Internazionale che non ha possibilità di manovra. Nelle prime attività extraveicolari (EVA, Extra Vehicular Activity) il pericolo non esisteva poiché l'astronauta era collegato al veicolo con una sorta di cordone in cui passavano fili, tubi per l'aria, per l'acqua di condizionamento delle tute, ecc.; in seguito è stato adottato un sottile cavo di sicurezza, ma alcune operazioni non possono essere eseguite se l'uomo è in qualche modo “legato”.

Il Safer entra in funzione nel caso in cui, mentre lavora all'esterno, l'astronauta si dia inavvertitamente una spinta che lo allontana dal veicolo o dalla stazione. Infatti, poiché la spinta è necessariamente asimmetrica, l'uomo inizia anche a volteggiare disordinatamente; ciò attiva automaticamente il dispositivo di salvataggio che, basandosi su un giroscopio, blocca il movimento incontrollato azionando piccoli getti a razzo funzionanti ad azoto. Una volta stabilizzato il movimento, l'astronauta apre uno sportellino che si trova in basso sul lato destro dello zaino ed estrae un joy-stick: muovendo opportunamente le levette, può azionare i getti in modo da controllare gli spostamenti in ogni direzione e dirigersi di nuovo verso lo shuttle o la stazione. L'autonomia è di circa 5 minuti e dà tutto il tempo di manovrare. Il Safer è in pratica una versione ridotta (per questo definita simplified) della "poltrona a razzo" utilizzata dagli astronauti per muoversi nello spazio e nota come MMU (Manned Manouvering Unit).