Questo sito contribuisce alla audience di

Salària, via-

strada romana di origine antichissima. Già usata dai Sabini per procurarsi il sale (da cui il nome della strada), fu sistemata e prolungata da Augusto sino all'Adriatico seguendo in parte il percorso di precedenti strade di età repubblicana (via Calatina e via Caecilia). Usciva dalla porta Collina delle mura serviane e dalla porta Salaria (a piazza Fiume, demolita nel 1871) delle aureliane, congiungendosi al ponte Salario sul fiume Aniene con la Salaria Vetus, che usciva da porta Pinciana. Il percorso, coincidente in gran parte con quello della strada moderna (restano tratti di costruzioni e numerosi ponti), seguiva il Tevere sino a Passo Corese, toccava Reate (Rieti) e Interocrium (Antrodoco), attraversava l'Appennino sotto il Terminillo e giungeva quindi ad Ascoli e infine a Castrum Truentinum a S della foce del fiume Tronto.

Media


Non sono presenti media correlati