Questo sito contribuisce alla audience di

Salvini

famiglia teatrale italiana il cui capostipite fu l'attore Giuseppe (fine XVIII sec.- Palmanova 1844). Il suo secondogenito, Tommaso (Milano 1829-Firenze 1915), fu uno tra i massimi rappresentanti della stirpe del “grande attore”, fiorita nell'Italia del sec. XIX. Formatosi con G. Modena, legò il proprio nome soprattutto al più impegnativo repertorio tragico. Dal 1871 recitò soprattutto all'estero, con particolari trionfi negli Stati Uniti, dove fra l'altro interpretò Shakespeare insieme con l'insigne attore americano E. Booth. Si ritirò dalle scene nel 1903. Di figura imponente, unì la potenza al rigore espressivo, destando l'ammirazione anche di Stanislavskij. Attore tragico di rilievo fu anche il suo primogenito Gustavo (Civitavecchia 1859-Marina di Pisa 1930), mentre il terzogenito, Alessandro (Firenze 1861-1896), si affermò negli Stati Uniti, recitando in inglese (madre di entrambi fu la grande interprete romantica C. Cazzola). Tra i figli di Gustavo vanno ricordati Maso (Pisa 1887) e Sandro (Pisa 1889-Roma 1955), il primo commediografo, librettista, soggettista e sceneggiatore cinematografico, il secondo attore inizialmente di teatro, poi di cinema e infine specialista di doppiaggio. Figlio di un fratello di Gustavo e Alessandro fu Guido (Firenze 1893-Trespiano, Firenze, 1965), regista teatrale (e, sporadicamente, cinematografico) fecondissimo ed eclettico, collaboratore di Pirandello per il Teatro d'Arte di Roma, responsabile per la prosa del nascente Maggio Musicale Fiorentino, insegnante di regia all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica, direttore di compagnie, tra cui assunse particolare spicco quella del Teatro Nazionale (1950-52). Il numero degli spettacoli, di prosa e lirici, allestiti da Guido, che pur senza essere un innovatore dette prova di un mestiere espertissimo, è incalcolabile e comprende testi di tutte le epoche, dai greci a Pirandello, ecc., incluse anche commedie “di consumo”; molti furono messi in scena all'aperto o comunque in sedi d'eccezione.

Media


Non sono presenti media correlati