Questo sito contribuisce alla audience di

Samain, Albert

poeta francese (Lilla 1858-Magny-les-Hameaux, Yvelines, 1900). Modesto impiegato municipale a Parigi, appartenne al simbolismo, nel quale rappresentò la tendenza più crepuscolare. Fu tra i fondatori del Mercure de France e collaborò alla Revue des Deux Mondes. A una prima raccolta, Au jardin de l'infante (1893; Nel giardino dell'infanta), fece seguire un'opera di più meditata classicità, Aux flancs du vase (1898; Alle pareti del vaso), preannunciando l'intreccio di moduli simbolisti e parnassiani che caratterizza i versi postumi di Le chariot d'or (1901; Il carro d'oro). Nel 1904 il Théâtre de l'Œùvre rappresentò i due atti del suo dramma Polyphème.

Media


Non sono presenti media correlati