Questo sito contribuisce alla audience di

Sammartini, Giovanni Battista, detto il Milanése

compositore italiano (Milano ca. 1700-1775). Appartenente a una famiglia di musicisti, trascorse la sua vita nella città natale, ricoprendo vari incarichi, tra cui quello di organista e maestro di cappella in S. Ambrogio (dal 1728) e S. Fedele, direttore (oltre che promotore, nel 1758) dell'Accademia filarmonica, organista (dal 1760) e maestro di cappella (dal 1768) di corte. Fu anche attivo nelle altre principali chiese milanesi, tra cui S. Maria delle Grazie, oltre che animatore di tutta la vita musicale della città. Molto apprezzato anche all'estero, fu maestro di Gluck ed ebbe notevole influenza su Haydn e Mozart. Autore di lavori teatrali, oratori e cantate, coltivò particolarmente il genere strumentale, nel quale fu autore fecondo. Fu tra i primi a definire la sinfonia e il quartetto secondo il taglio formale moderno e fu tra i primi elaboratori dello stile sinfonico del classicismo.