Questo sito contribuisce alla audience di

San Giovanni Gèmini

comune in provincia di Agrigento (52 km), 670 m s.m., 26,30 km², 8169 ab. (sangiovannesi), patrono: san Giovanni Battista (24 giugno).

Centro situato sulle falde nordorientali del monte Cammarata. Venne fondato nel 1451 dal conte di Cammarata, Federico Abatellis. L'aumento della popolazione e l'espansione del paese nel tardo Cinquecento spinsero don Ercole Branciforte, signore dell'adiacente centro di Cammarata, a separare i due territori. Il paese passò all'inizio del Settecento alla famiglia Moncada, restandovi fino al secolo successivo. La chiesa madre dedicata a San Giovanni risale al sec. XVII, e conserva un crocifisso in legno e un'urna settecenteschi. La chiesa del Carmine e l'adiacente convento risalgono al Cinquecento.§ L'agricoltura produce soprattutto cereali, ma anche uva da vino, olive e frutta (fichi d'India); è praticato l'allevamento ovino, bovino e bufalino, con produzione di latte. L'industria opera nei settori cartario, dell'abbigliamento, del mobile e dei materiali da costruzione. È attiva una cava di pietra calcarea.§ La seconda domenica di giugno si svolge la Festa del Carro di Gesù Nazareno, dove un'alta torre viene trainata da quattro buoi.

Media


Non sono presenti media correlati