Questo sito contribuisce alla audience di

San Giustino

comune in provincia di Perugia (66 km), 336 m s.m., 80,69 km², 10.394 ab. (sangiustinesi), patrono: san Giustino (1° giugno).

Centro della val Tiberina sulla destra del torrente Vertola. Feudo dei Dotti di San Sepolcro e, dalla fine del sec. XV, dei Bufalini, fu poi soggetto a Città di Castello, a Perugia, ai Vitelli, per passare definitivamente alla Chiesa nel sec. XVI.§ Dell'antico abitato, distrutto da un terremoto nel 1789, rimane l'imponente castello Bufalini del 1492, trasformato dal Vasari in una grandiosa villa con parco all'italiana e labirinto; all'interno vi sono affreschi del Gherardi. Nei dintorni è l'antico borgo fortificato di Celalba, in passato, secondo la tradizione, sede di abili fabbricanti di armi.§ Le colture agricole principali sono seminativi e tabacco. Il settore manifatturiero consta di alcune industrie meccaniche, tipografiche, cosmetiche e per la lavorazione dei prodotti agricoli e del tabacco.

Media


Non sono presenti media correlati