San Lorènzo (fiume)

Guarda l'indice

Generalità

Fiume dell'America Settentrionale, tributario dell'Oceano Atlantico e collettore dell'intera regione dei Grandi Laghi con cui costituisce una via d'acqua (Saint Lawrence Seaway) di primaria importanza, lunga complessivamente 3058 km dall'estremità occidentale del Lago Superiore alla foce e con un bacino di 1.550.000 km²; la lunghezza del fiume vero e proprio, dall'uscita dal lago Ontario alla foce, è invece di 1170 km. Emissario appunto dell'Ontario, da cui esce nel settore nordorientale presso Kingston, il San Lorenzo scende all'Oceano Atlantico con un corso orientato verso NE che si sviluppa, separandoli, tra il massiccio cristallino dello Scudo Canadese e i rilievi appalachiani della Nuova Inghilterra. Ha un corso impetuoso, specialmente nel tratto superiore, interrotto da frequenti rapide: il dislivello complessivo superato è di 75 m. Nella parte iniziale segna per ca. 180 km il confine politico tra USA (Stato di New York) a S e Canada (provincia dell'Ontario) a N, per proseguire poi, conservando la medesima direzione, in territorio canadese (provincia del Québec). Nel territorio statunitense bagna la città di Ogdensburg, in quello canadese Kingston, Brockville, Cornwall, Montréal, Trois-Rivières e Québec; a valle di quest'ultima città inizia il suo grande estuario, tributario del golfo del San Lorenzo. I suoi affluenti principali sono: da destra il Richelieu, che lo mette in comunicazione con il lago Champlain e quindi con il fiume Hudson e la città di New York, il Saint-François e il Chaudière; da sinistra l'Ottawa, il Saint-Maurice, il Saguenay e il Rivière aux Outardes. In inglese, Saint Lawrence River.

Trasporti: la Saint Lawrence Seaway

Rappresenta per volume di traffico annuo (oltre 53 milioni di t di merci trasportate) una delle principali vie di comunicazione della Terra e la più importante del Canada, malgrado i ghiacci la rendano inutilizzabile da metà dicembre a metà aprile. La via d'acqua, che dal Lago Superiore al golfo del San Lorenzo supera un dislivello di 183 m, fu aperta al traffico nel 1959 assicurandocosì l'accessibilità ai Grandi Laghi da parte delle navi oceaniche. Per superare le rapide del San Lorenzo e i dislivelli tra i Grandi Laghi, il sistema si avvale di canali laterali (Soo, Welland) e di numerose chiuse (tra cui quelle dei fiumi Saint Clair e Detroit, e quelle di Iroquois, Eisenhower, Shell, Beauharnais e Lachine). Numerosi sono i porti, di cui 66 negli USA e 12 in Canada: tra essi Duluth, Chicago, Milwaukee, Detroit, Cleveland, Toledo e Buffalo negli USA; Toronto, Hamilton, Montréal e Québec in Canada.

Media


Non sono presenti media correlati