San Màuro Marchesato

comune in provincia di Crotone (24 km), 289 m s.m., 42,02 km², 2415 ab. (sammauresi), patrono: Madonna del Soccorso (prima domenica di giugno).

Centro del Marchesato, posto nella fascia collinare compresa tra le basse valli dei fiumi Tacina e Neto. Nominato per la prima volta nel 1276 con il nome di San Mauro di Caraba, appartenne ai Sanseverino e fu poi feudo di diversi signori.§ I palazzi Salerno e Marescalco, la chiesa madre di San Giovanni Battista (che, rifatta dopo il terremoto del 1783, conserva un bell'altare ligneo intarsiato) e la chiesa dell'Immacolata caratterizzano il nucleo storico.§ L'agricoltura, specializzata soprattutto nella produzione di uva da vino (melissa DOC), olive e agrumi, e l'allevamento bovino e ovino (con una produzione lattiero casearia molto rinomata), costituiscono le basi dell'economia.

Media


Non sono presenti media correlati