Questo sito contribuisce alla audience di

San Martino Sannita

comune in provincia di Benevento (11 km), 450 m s.m., 6,33 km², 1180 ab. (sammartinesi), patrono: Maria Santissima Assunta (15 agosto).

Centro dell'Appennino Sannita, posto tra le valli dei fiumi Sabato e Calore, in un territorio di notevole interesse naturalistico, caratterizzato da arenarie, pietre tufacee e sorgenti di acqua oligosulfurea. Sorto forse attorno all'antica chiesa di San Martino in Cucciano, nei primi anni della dominazione angioina appartenne alla famiglia De Sus, passando poi al monastero di Montevergine e, in seguito, alla Santa Casa dell'Annunziata di Napoli. Fu danneggiato dal terremoto del 1980.§ L'agricoltura produce olive, uva (vino sannio DOC), cereali (frumento), foraggi, ortaggi, tabacco e frutta. Sono diffusi l'allevamento, lo sfruttamento dei boschi (legname, castagne e funghi) e la lavorazione artigianale del legno e del ferro. Sviluppato il turismo di interesse geologico.

Media


Non sono presenti media correlati