Questo sito contribuisce alla audience di

San Nazzaro

comune in provincia di Benevento (15 km), 495 m s.m., 2,03 km², 805 ab. (sannazzaresi), patrono: San Vincenzo Ferrer (5 aprile).

Centro dell'Appennino Sannita, posto tra le valli dei fiumi Sabato e Calore. Fu abitato dai Liguri Corneliani che, nel 572, insieme ai Liguri Bebiani vennero qui dedotti (181 a. C.) da Roma per popolare il territorio sottratto ai Sanniti. Nel Medioevo seguì le vicende di Montefusco e appartenne al monastero beneventano di Santa Sofia; in seguito fu baronia dei Tomacelli (sec. XVI) e dei Caracciolo (sec. XVIII). Fu gravemente danneggiato dal sisma del 1980. Settecentesca è la chiesa di San Nazzaro.§ L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, foraggi, olive, uva da vino, ortaggi e frutta), sull'allevamento (ovini e bovini) e sulla lavorazione artigianale dei pizzi a tombolo.

Media


Non sono presenti media correlati