Questo sito contribuisce alla audience di

San Teodòro (Messina)

comune in provincia di Messina (118 km), 1150 m s.m., 13,90 km², 1578 ab. (santeodoresi), patrono: san Gaetano (7 agosto).

Centro situato sul versante occidentale dei monti Nebrodi, nel cui parco regionale è compreso. Possesso nel sec. XIV di Giacomo de Mustacio, passò a Paolo Campolo e poi (1687) a Diego Brunaccini. Il paese conserva la chiesa madre di Maria Santissima Annunziata (1692), la chiesa di San Teodoro e i resti di una torre. § All'agricoltura, che si basa sulla coltivazione di cereali, olivi, ortaggi e alberi da frutto, si affiancano l'allevamento (bovini, ovini e caprini) e le attività di sfruttamento dei boschi. § Nei mesi di maggio e agosto si tiene un'importante fiera del bestiame.

Collegamenti