Questo sito contribuisce alla audience di

Sandburg, Carl

poeta e biografo statunitense (Galesburg, Illinois, 1878-Flat Rock, Carolina del Nord, 1967). Era figlio di emigranti svedesi. Temperamento e necessità economiche lo spinsero, a soli tredici anni, a lasciare la famiglia e girovagare per gli Stati Uniti facendo ogni sorta di mestieri, fino a quando, nel 1910, si stabilì a Milwaukee, dove intraprese la carriera giornalistica. Nel 1913 si trasferì a Chicago, dove collaborò al Daily News, pubblicando anche numerose poesie sulla rivista Poetry di Harriet Monroe. Queste, assieme alle raccolte Chicago Poems (1916) e Cornhuskers (1918; Spannocchiatori), ne fecero in breve la voce più autorevole del cosiddetto Rinascimento di Chicago. Nel 1920, anno della pubblicazione delle poesie di Smoke and Steel (Fumo e acciaio), riprese a condurre vita vagabonda, recitando poesie e canzoni popolari, poi riunite in The American Songbag (1927; Il canzoniere americano). Nel 1932 smise di lavorare per il Daily News per dedicarsi alla monumentale biografia di Lincoln, due volumi della quale – Abraham Lincoln: The Prairie Years (Abraham Lincoln: Gli anni della prateria) – erano apparsi nel 1926 mentre altri quattro – Abraham Lincoln: The War Years (Abraham Lincoln: Gli anni della guerra) – avrebbero visto la luce nel 1939, e al suo tentativo poetico più ambizioso, il lungo poema The People, Yes (1936; Il popolo, sì). Nel 1940 gli venne conferito il premio Pulitzer per la storia e nel 1951 quello per la poesia. Accostabile a Whitman, di cui riprende l'entusiasmo per l'America (specie il Middle West) in espansione e la fede incrollabile nel popolo e nella democrazia, così come molti dei mezzi espressivi, Sandburg trattò soprattutto temi politici e sociali e fu instancabile nel propugnare la causa dei poveri e degli oppressi, nell'inveire contro il capitalismo e la guerra e nell'esaltare la forza della classe lavoratrice, che considerava la vera protagonista dell'ascesa materiale della nazione e la linfa vitale della storia.

Bibliografia

R Crowder, Carl Sandburg, NewYork, 1964; H. B. Durnell, The America of Carl Sandburg, Washington, 1965; M. Van Doren, Carl Sandburg, Washington, 1969; N. Callahan, Carl Sandburg: Lincoln of Our Literature, New York, 1970; G. W. Allen, Carl Sandburg, Minneapolis, 1972; F. Strickland, A Study of the Life and Writings of Carl Sandburg, New York, 1987.

Media


Non sono presenti media correlati