Questo sito contribuisce alla audience di

Sanfelice, Luisa

nobildonna (Napoli 1764-1800). Figlia di Pietro de Molino e moglie di Andrea Sanfelice, fu coinvolta, suo malgrado, nei fatti della Repubblica Partenopea (1799). Venuta a conoscenza della congiura ordita da Gerardo Baccher e dal fratello in favore dei Borbone, la rivelò forse a Vincenzo Cuoco, allora procuratore legale di suo marito, forse a un ammiratore, F. Ferri, provocando l'arresto e l'esecuzione dei congiurati. Al ritorno di Ferdinando IV (1799), fu imprigionata con i rivoluzionari e condannata a morte, dopo che riuscirono vani i tentativi di salvarla con la finzione di una maternità.