Questo sito contribuisce alla audience di

Sant'Àngelo Muxaro

comune in provincia di Agrigento (32 km), 335 m s.m., 64,55 km², 1730 ab. (santangelesi), patrono: sant’ Angelo (5 maggio).

Centro situato alla sinistra del fiume Platani. Abitato già in epoca preistorica e antico nucleo sicano, l'abitato fu conquistato dai Normanni all'inizio del sec. XI. Dal sec. XIV vi si avvicendarono diversi feudatari, fra cui i Chiaramonte e i Pignatelli. La chiesa madre della Beata Vergine è un edificio settecentesco. § È un centro agricolo, con produzione di uva, olive, mandorle, cereali e ceci. § Nelle vicinanze sorge l'area archeologica di Monte Castello, dove è stata rinvenuta una necropoli protostorica in cui spicca la cosiddetta “tomba del Principe”, una grande camera circolare con volta a cupola. I corredi provenienti dalla necropoli risalgono ai sec. VIII-V a. C.; fra essi sono notevoli due anelli-sigillo d'oro (sec. VII-VI a. C.) e una serie di coppe auree.