Questo sito contribuisce alla audience di

Sant'Àngelo in Fòrmis

frazione del comune di Capua (provincia di Caserta), situata a 30 m s.m. alla sinistra del fiume Volturno. Dal sec. VI a. C. vi fiorì il culto di Diana Tifatina, uno dei più importanti dell'Italia preromana, documentato fino ai sec. IV-V. § Sul podio del tempio italico dedicato alla dea fu impiantata (1073-99), con radicali trasformazioni, la chiesa di Sant'Angelo in Formis, voluta dall'abate di Montecassino ed eseguita da maestranze lombarde e amalfitane. Del pavimento a mosaico della cella dell'antico tempio restano tracce nella chiesa attuale. Preceduta da un portico con archi a sesto acuto di tipo arabeggiante, la chiesa si apre in facciata con un portale di marmo bianco, con lunetta affrescata da maestri bizantini (sec. XI-XIII). All'interno, di tipo basilicale, si conserva intatto un importantissimo ciclo di affreschi eseguiti sotto l'abate Desiderio (sec. XI: Storie del Vecchio e Nuovo Testamento sulle pareti della navata centrale; Giudizio Universale, nella controfacciata, Cristo benedicente nell'abside) che costituiscono uno dei massimi esempi di pittura romanica nell'Italia meridionale, fusione di motivi bizantino-cassinesi.