Questo sito contribuisce alla audience di

Sant'Orèste

comune in provincia di Roma (46 km), 420 m s.m., 43,96 km², 3536 ab. (santorestesi), patrono: san Nonnoso (2 settembre) e sant'Edisto (12 ottobre).

Centro sul versante sudorientale del monte Soratte. Di origine etrusca, si formò probabilmente nel sec. VIII. Possesso del monastero di San Silvestro, passò poi a quello di San Paolo, cui rimase fino al sec. XVI. ⿿ La collegiata di San Lorenzo, di origine medievale, ha un campanile del sec. XV. Del 1589 è il palazzo Canali, attribuito al Vignola, oggi sede comunale, che conserva una croce scolpita in legno di bosso del 1546. Sul monte si trovano la chiesa di San Silvestro, del sec. VI ma più volte modificata, e l'ottocentesco convento di Santa Maria delle Grazie. ⿿ L'agricoltura locale dà cereali, ortaggi, frutta e olive. Operano industrie meccaniche, di lavorazione del marmo e della produzione di ceramica e stoviglie. Di rilievo il turismo, attratto da diverse manifestazioni (tra cui la fiaccolata che, a partire dal 1814, alla fine di maggio illumina i contorni del Soratte) e dalle escursioni alla riserva naturale.