Questo sito contribuisce alla audience di

Santa Flàvia

comune in provincia di Palermo (16 km), 45 m s.m., 14,46 km², 9535 ab. (flavesi), patrono: sant’ Anna (26 luglio).

Centro situato presso il litorale tirrenico, a S del capo Zafferano. Il borgo sorse nel sec. XIV intorno al castello di Solanto. Appartenne ai Cabrera, agli Spadafora, agli Alliata e ai Mantenga. Si chiamò Solanto fino al 1880.§ Nell'abitato, dalla struttura a scacchiera, sorgono la chiesa barocca di Sant'Anna (1763) e tre splendide ville: villa Filangieri (sec. XVII-XVIII, oggi sede municipale), il villino Basile (sec. XIX) e villa Valdina, costruita nel sec. XVII attorno a una torre preesistente.§ Comune tradizionalmente agricolo (ortaggi, olive, uva da vino, cereali e frutta, soprattutto agrumi), conta su piccole industrie alimentari e della lavorazione delle materie plastiche. Rivestono notevole importanza la pesca e il turismo balneare e culturale.§ Ai piedi del monte Catalfano sono le rovine dell'antica Solunto. Fondata forse dai Fenici, divenne una delle principali città puniche della Sicilia. Distrutta da Dionisio I, fu ricostruita nel sec. IV a. C. Verso il 250 a. C. si diede ai Romani. Venne abbandonata verso la fine del sec. II.

Media


Non sono presenti media correlati