Questo sito contribuisce alla audience di

Santi, Giovanni

pittore italiano (Urbino ca. 1435-1494). Noto soprattutto come padre di Raffaello, fu personalità artistica degna di nota, buon letterato (è autore di una Cronaca in rime sui maggiori pittori del suo tempo), stimato da Federico II da Montefeltro, per il quale eseguì le tavole con le Muse per il tempietto del Palazzo Ducale (ora a Firenze, Galleria Corsini). Le sue opere giovanili (pale con Madonna e Santi al Municipio di Gradara, 1484; al Museo di Fano, 1485-87) appaiono influenzate dai fiamminghi (Giusto di Gand) e dai veneti (Giovanni Bellini, Marco Zoppo), con qualche superficiale ispirazione alla grande arte di Piero della Francesca (pala per il conte Oliva, 1489, convento di Montefiorentino). Dopo il 1490 è evidente, nella maggiore morbidezza del tratto e nella grazia delle figure, un accostamento ai modi del Perugino (Visitazione, Fano, S. Maria Nuova).

Media


Non sono presenti media correlati